Robbie Williams as Britney wannabe: ormoni addio #sfrantaghirò

Questa settimana c’è una novità! Dopo donne su donne ho deciso che avrei parlato di un uomo. Perchè chi ha detto che un uomo non può essere una poraccia?

Mi duole dirlo, perchè lo amo con tutto me stesso e lo amerei con tutto il mio corpo ma…  la Sfrantaghirò della settimana è Robbie Williams.

Non Robin, quello cesso che si vestiva da donna per cagare un po’ di più i figli. Robbie, quello che con uno sguardo ti toglie le mutande e che fa venire vampate da depilazione eterna.

Come ben sapete, Robbie nasce artisticamente con i Take That che, tra un pippa party e l’altro (parola di Howard Donald), acquistano un successo mondiale incredibile. Ma si sa, prima o poi, quando si fa parte di un gruppo, arriva il momento in cui l’unico decente decide di mollare le sfrante al suo seguito e tentare la carriera solista. Robbie infatti abbandona la band per incidere un disco.

Tutti in quel momento lo davano per spacciato, senza il gruppetto di sfigati attorno, e invece da “Angels” in poi ci ha deliziato con canzoni meravigliose e successi incredibili. Anche se e mica scemi lo ricordano tutti sopratutto per “Rock DJ” e il suo spogliarello nel video, con conseguente mia produzione di ormoni che per poco mi crescevano le tette che Pamela Anderson scansate!

ROBBIE1

E così Robbie conquista a suon di musica, smorfie e petto villoso il mondo accompagnando il tutto con il classico stile di vita “Sesso, droga e rock’n’roll”. Eccessi a non finire, scandili, ironia su ironia e una donna dietro l’altra. Sembra persino che ci abbia provato con la nostra amica Paola Iezzi e lei, da vera co****na, l’ha rifiutato #pentiti

Poi un bel giorno apri il giornale e leggi che si sposa. Panico! Con chi? con una tizia qualunque che non mi ha neanche concesso lo Ius Primae Noctis. Mesi dopo, i due sono in attesa di una bambina. E da lì, niente è più rimasto lo stesso.

Tempi andati quelli in cui ogni ragazza (e io) aspettava un nuovo video per vedere qualche pezzo di culo in più o il momento topico di ogni sua tappa, quando prendeva una scema a caso dal pubblico, se la limonava e poi ciao per sempre. Quando mostrava il derrier ai fotografi o litigava con Gianni Morandi (…). Quando diceva di essere etero, poi gay, poi bisex per accontantare tutti e avere la possibilità di regalare un sogno a (me) tutti!

Ad ogni ragazza (e a me) sarebbe bastato che rimanessi così, Robbie! E invece no: “Sei cambiato e non sei più lo stesso, non sei il Robbie di cui mi sono innamorata”.
Un uomo comune, sposato, con figli e che ha messo la testa a posto. Lui!! Capite il trauma?

Da quel momento Robbie ha cominciato a svarionare di brutto. Prima progettando il suo funerale, poi prendendosela con Gwineth Paltrow per aver chiamato la figlia Apple

Dovresti risparmiare i tuoi figli da scelte del genere. Rimangono solo nomi da celebrità e sono stupidi

A parte il fatto che, nello showbiz, è uno dei nomi più normali e poi, Robbie, la tua si chiama TEODORA. E fa cagare anche a lei. Tu stesso hai raccontato che cantando alla piccola la canzone che le hai dedicato, hai ricevuto come ringraziamento del vomito.

ROBBIE2

Poi ha cominciato a preoccuparsi per Justin Bieber e a tentare di proteggerlo dal successo. Ecco, temo che in quel momento ti abbiamo perso per sempre Roberto. In quel momento mi sono veramente chiesto dove fossi finito. Non dico di ruttare, andare in giro nudo e di fare l’elicottero col pisello ma neanche fingerti un pensionato qualunque in pensiero per i giovani #ripijate

Infine, la merdata atomica, il colpo di grazia, un quasi-infarto: Robbie ci parla dei suoi problemi sessuali. A Robbie non funziona. E’ costretto a iniettarsi litri di testosterone per soddisfare la moglie. Robbie? Robbie, we got a problem.
Non eri un mostro del sesso? Non eri quello che faceva da controfigura quando la Clerici perdeva il mattarello? Non eri quello che sudava ferormoni? Non eri quello che ha aiutato la Aguilera a perdere 500 chili in 2 ore di avan&darer? O quello è definitivamente andato a farsi le canne con Marilyn, Michael e Elvis? #Giuro, ho pensato a Scherzi a parte ma poi mi sono ricordato che sono un’oca anonima e senza speranza e che non era una cazzata.

L’autodistruzione di un dio della musica e se vogliamo anche dei (miei) sogni erotici di ogni ragazza oppure …”non lo so… diciamo un ragazzino che cresce a Rhode Island con sei fratelli che fa finta di andare a calcio mentre invece va a scuola di cucito e legge Runway sotto le coperte di notte con una torcia” (cit.)

Ma “avevo una speranza, mio Dio, io vivo di speranze.”(ri- cit.) e per un attimo ho visto la luce. E non era la Madonna. A caratteri cubitali leggo “ROBBIE VUOLE COMPRARE LA DROGA A SUA FIGLIA“. Con le lacrime agli occhi dalla gioia, immaginandomi te e tua figlia diventata nera con i rasta che ballate “No woman, no cry”, leggo seguenti parole “Provvederò a comprare droghe per mia figlia quando crescerà, se ne volesse, così che abbia quelle migliori in circolazione”.

E così ti abbiamo fatto uscire dal tugurio e sei tornato bello, sexy e spudorato tra noi con tanto di intervista con Alfonso Signorini e un corso di trucco con la Toffanin #oerailcontrario? E invece no. Era solo un attimo di defaillance prima di toccare il fondo. Ci hai illusi.

Eccoci arrivati a due momenti veramente ORRIBILI nella vita di un uomo duro e puro che mostra più culo che cuore:

Intervista su MTV – Robbie parla del suo comeback quando il giornalista gli chiede del matrimonio e della figlia. In quel momento spuntano due occhi rossi. Canne? Sperma (capita a tutti)? Moscerino? No. Si è messo a piangere come un bambino parlando di sua figlia e di sua moglie. Robbie Williams cazzo!

E non contento, viene in Italia in concerto, a pochi passi da me e canta….Hit me, baby, one more time di Britney Spears. Stiamo parlando di uno che Britney l’avrebbe fatta cantare a suon di panacche! Ma questo chi è? Una mammoletta, un uomo rincoglionito dalla vita coniugale?

Caro Robbie, questo non è il decadimento,  non è la rovina, questa non è la distruzione, non è il pandemonio, non è neanche la catastrofe. E’ solo Sfrantaghirò. Complimenti poraccio.

ROBBIE3

Ecco un assaggio dell’esibizione a Manchester #perdire

 

 

 

Se ti sei perso le altre puntate, le altre sfrantaghirò ti aspettano qui

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s